• Home
  • /Archive by category ' Ricette '
  • /Page 2

Archive For: Ricette

Crostata di marmellata di fichi, mandorle e pinoli tostati

(per 8 persone)

500 gr di farina 00
250 gr di burro biologico
150 gr di zucchero
6 uova grandi di cui (4 tuorli e 2 intere)
Un limone media grandezza grattato
Un pizzico di sale
8 gr di lievito per dolci
350 gr di marmellata di fichi
60 gr di mandorle a scaglie con buccia
60 gr di pinoli tostati

Mescolate la farina con lo zucchero e dopo sbriciolate dentro il burro a temperatura ambiente e non da frigo. Il burro deve essere molto morbido, perché andiamo ad amalgamarlo a farina e zucchero deve diventare una farina unica. Non ci devono essere pezzi di burro interi.
Una volta effettuata questa operazione disponete a fontana o a vulcano come piace a me.
Mettete nel centro 4 tuorli e 2 uova grandi intere, un pizzico di sale e la scorza grattata di limone con 8 gr di lievito per dolci. Con una forchetta mescolate bene nel centro fino ad arrivare alla farina e impastate energicamente fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciate riposare in frigo circa 2 ore. Io consiglio di mettere 2 uova intere con il bianco per facilitare il lavoro, l’albume delle uovo vi aiuterà ad avere un impasto più morbido al tatto.
Tagliate 1/3 dell’impasto metteteci sotto della carta da forno e stendete con il matterello.
Disponete su una teglia da forno circolare da 25 cm circa. Bucherellate con una forchetta la pasta frolla. Mescolate marmellata di fichi e mandorle a scaglie don buccia e dopo stendetela sopra alla pasta. Tostate i pinoli in una padella antiaderente senza niente saranno i vostri pinoli a rilasciare il loro olio naturale. Tostateli a fiamma vivace. Il colore deve essere marrone chiaro.
Ricostruite i bordi della vostra pasta frolla ed infornate a 180° per circa 35 minuti circa.
Quando la vostra pasta sarà dorata la crostata sarà pronta.
Con questa base di frolla avete l’opportunità di creare biscotti di ogni genere, basta levare la grammatura alla farina e aggiungere con del cacao, farina di castagne. Oppure mettere frutta secca o uvetta o fiocchi di cereali.

La frolla in toscana è molto popolare la classica crostata della nonna, è una sicurezza al palato e un po’ il posto dove ci si può consolare. È semplicemente bello, un ricordo un thé con una fetta di crostata, una chiacchierata, una dolcezza insomma…

Buon risveglio!

Insalata di Baccalà, misticanza, noci, fagiolini saltati, pomodori e olive

(per 5 persone)

600 gr di filetto di baccalà
½ limone
3 foglie di alloro
250 gr di fagiolini
80 gr di cipolla bionda
50 gr di mandorle
150 gr di misticanza insalatine miste di vari colori
150 di noci
150 gr di pomodorini
150 gr di olive toscane
10 cucchiai di olio extravergine di oliva
4 cucchiai di aceto balsamico
sale
pepe bianco

Tagliate mezzo limone e insieme a 3 foglie di alloro mettetele in una pentola con acqua in ebollizione senza sale. Immergete il baccalà e fatelo cuocere per circa 8 minuti.
Dopo scolatelo con un ragno per scolare le fritture e adagiate il vostro pesce in un piatto.
Sbollentate in acqua salata i fagiolini a fuoco medio per circa 8 minuti. Scolateli.
Tagliate fini le cipolle rosolatele in una padella con 4 cucchiai di olio extravergine di oliva per circa 3 minuti e dopo saltate i fagiolini insieme alle mandorle battute a coltello, sale e poco pepe bianco.
Saltate per 5 minuti circa. A questo punto spolpate il baccalà e mettetelo in un grande piatto da portata, insieme ai fagiolini saltati, la misticanza, i gherigli di noci spaccati a mano, i pomodorini
tagliati in quattro e le olive toscane.
Irrorate con i 6 rimanenti cucchiai di olio extravergine di oliva, qualche pizzico di sale fino e qualche grattata di pepe bianco e 4 cucchiai di aceto balsamico. Mescolate con le mani molto delicatamente il baccalà non si deve sbriciolare, questa è un insalata di mare ha uno stile mediterraneo per la combinazione dei suoi ingredienti, una sinergia di sapori rinfrescanti e strutturati. Per guarnizione aggiungete ai lati del piatto delle fette di limone tagliate fini.

Buon risveglio!

Crostone anni ’30

(per 5 persone)

5 fette di pane toscano casereccio da 30 cm l’uno
5 pomodori a grappolo grandi
2 cipolle di Certaldo o cipolle rosse fresche
2 zucchini chiari media grandezza
2 spicchi d’aglio per sfregarceli sopra il pane
25 foglie di basilico
30 foglioline di origano fresco
10 cucchiai di olio extravergine di oliva
25 olive toscane o kalamata
sale e pepe nero

Tagliate 5 fette di pane casereccio lunghe circa 30 cm e alte 1 cm sporcatele di olio extravergine e mettetele in forno a 200° per circa 5 minuti.
Strofinate l’aglio sui vostri crostoni.
Tagliate i pomodori a fette, ad ogni pomodoro devono uscire 5 fette.
Tagliate le 2 cipolle a dischi spessi molto meno di 1/2 cm, gli zucchini li tagliate per lungo in quattro e poi tagliateli fini fini ad ottenere dei piccoli quarti di cerchio.
Mettete tutto dentro ad una ciotola,fette di pomodoro, cipolle tagliate, zucchini, 25 foglie di basilico strappate a metà, 30 foglioline di origano, 25 olive, 5 cucchiai di olio extravergine sale e pepe nero.
Mischiate delicatamente, attenti a non rompere le fette di pomodoro. Una volta mescolato attentamente ponete su ogni fetta di pane prima 5 fette di pomodoro dopo la cipolla con gli altri ingredienti.
Irrorate i vostri crostoni con i restanti 5 cucchiai di olio extravergine e grattate ancora del pepe nero sia sul pane che sui bordi del piatto.
Servite questo sublime crostone estivo, prende anche il nome di crostone in panzanella.

Buon risveglio!

Risotto di scampi, fiori di zucca e tartufo

(per 4 persone)

300gr di riso carnaroli o vialone nano semintegrale
600gr di scampi freschi
12 fiori di zucca
Uno spicchio d’aglio
Prezzemolo
Peperoncino
5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe bianco
40 gr di tartufo nero

Far bollire in 3 litri d’acqua gli scampi interi con sedano, carota e cipolla media per circa 10 minuti, dopo spolpare gli scampi e metterli da parte. Tritare aglio, prezzemolo poco, peperoncino pochissimo e far rosolare per 1 minuto, dopo aggiungere il riso e tostarlo per altri 2 minuti. Sfumare con il brodo degli scampi filtrato. Portare a tre quarti di cottura il riso e aggiungere la polpa degli scampi e i fiori puliti tagliati in 4 senza il pistillo. Ultimata la cottura mettere sale e pepe bianco a piacere, spegnere il fuoco. Mantecare lentamente mentre grattiamo sopra il tartufo nero, a scaglie o in grattugia. Servire a tavola molto caldo e se si vuole aggiungere qualche goccia di brandy sul risotto.

Buon risveglio!

Mesciua (mescolanza o miscuglio)

(per 8 persone)

Piatto povero nato al porto di La Spezia e dopo assorbito dalla tradizione toscana di Lunigiana e Carrara. Le donne raccoglievano i cereali e i legumi dai sacchi rotti del porto, fu così che nacque una semplice ma grande zuppa con efficaci sostanze nutritive.

250 gr di fagioli cannellini secchi
250 gr di ceci secchi
250 gr di farro o grano duro
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe nero in grani

Mettere a mollo i ceci 2 giorni prima in acqua fredda, ammollare per una notte i fagioli cannellini, il farro o il grano duro. Qui la grande sorpresa: cuocere in tre pentole diverse separatamente i cereali e i legumi. Per i ceci cuocere in acqua con uno spicchio d’aglio e 2 rametti di rosmarino. Per i fagioli cannellini cuocere in acqua con uno spicchio d’aglio e 10 foglie di salvia. Per il farro o il grano duro cuocere in acqua con una foglia di alloro. Quando siete quasi a fine cottura dopo circa un’ora, unite tutto in una sola pentola e concludete, il miscuglio di brodi differenti completerà il sapore magnifico di questa zuppa. Servire calda o anche tiepida dipende dalla stagione, con una grattata di pepe nero e olio extravergine d’oliva.

Buon risveglio!

Tagliolini su fagioli

(per 4 persone)

250 gr di fagioli borlotti o fagioli scritti
40 gr di sedano
40 gr di carota
40 gr di cipolla
2 spicchi d’aglio
6 foglie di salvia
Un rametto di rosmarino
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Sale Pepe
Noce moscata

Mettere i fagioli ammollati nell’acqua per almeno 10 ore. Dopo scolare i fagioli e sciacquarli, metterli con 2 litri d’acqua, 2 spicchi d’aglio in camicia, 10 foglie di salvia, sale e un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e cuocere a fuoco medio per circa un’ora. Il nostro brodo di fagioli è pronto. Tritare a coltello sedano, carota, cipolla, aglio, salvia e rosmarino. Soffriggere il battuto per almeno 15 minuti a fuoco medio basso, quindi unire il brodo di fagioli passato al setaccio, cuocere per altri 30 minti a fuoco basso. Aggiungere sale, pepe e noce moscata. Impastare 100gr di farina e un uovo grande con sale e acqua tiepida, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, stendere la sfoglia e arrotolarla e a coltello tagliare i nostri tagliolini. Quando bolle il nostro brodo di fagioli con le sue verdure, calare i tagliolini freschi, cuocere per 3 minuti, quindi servire in tavola ben caldo con una grattata di pepe e un filo d’olio extravergine d’oliva.

Buon risveglio!